sabato 2 novembre 2013

Riapertura

Dopo circa due anni il Tribunale di Napoli mi ha riconsegnato il Parco Surriento, ed oggi  02-11-2013 ho iniziato i lavori del taglio dell'erba e di una pulizia generale. 
Adesso si ricomincia per riportare nello splendore questo meraviglioso polmone di verde.


giovedì 11 luglio 2013

Ricostruiamo il Parco Surriento

Aiutateci a dare vita al Parco Surriento 

Il Parco Surriento prima
Il Parco Surriento adesso
 L'associazione dopo aver subito gravi danni e sempre pronta a ripartire con l'obiettivo di riportare il Parco al suo splendore iniziale, anzi, apportando miglioramenti significativi con un programma di intervento previo parere preventivo delle istituzioni.
Adesso occorrono interventi urgenti da effettuare nel più breve tempo possibile sono:
1) Pulizia totale, con taglio dell'erba e potatura delle piante;
2) Rimboschimento con la piantumazione di altre piante;
3) Ripristino della recinzione e del cancello di entrata;
Purtroppo per far fronte a questi interveti urgenti, occorrono somme economiche che l'associazione dispone solo in parte.
Pertanto, per non far morire il verde del parco e per dare un esempio di amore verso il verde, l'associazione intende organizzare una raccolta fondi facendo appello alla sensibilità dei cittadini del territorio, le ditte e aziende private a dare un valido contributo economico.
Tutti coloro che daranno la loro disponibilità con un aiuto economico saranno informati del risultato dell'azione sostenuta ed invitati  alla vita dell'organizzazione nei suoi progetti futuri, con la sponsorizzazione del nome della ditta o del privato che a contribuito a dare vita al nostro progetto.
DAI ANCHE TU UN CONTRIBUTO
CLICCA SUL PULSANTE  "DONAZIONE" 

25 cose inutili

25 cose inutili di cui possiamo fare a meno

giovedì 20 giugno 2013

A piedi nudi

Correre a piedi nudi fa veramente bene a noi e all’ambiente?


Dalle città neozelandesi ai prati di Central Park, tra i maratoneti come tra i runner della domenica in cerca di contatto con la natura, il barefoot running o corsa a piedi nudi è sempre più di moda. Ma fa davvero bene, migliora le prestazioni sportive o al contrario aumenta i rischi di infortunio? Per risolvere il dilemma ci vengono in aiuto alcuni studi recenti sull’argomento.
Gli esseri umani hanno corso scalzi per centinaia di migliaia di anni, dopodiché hanno imparato a correre con calzature leggere e sandali che non influenzavano sensibilmente la qualità della corsa: le prime calzature tecniche per l’atletica leggera sono state inventate dopo il 1970. Questo non vuol dire però che siamo tutti pronti a rinunciare alle scarpe, afferma Stuart Warden, ricercatore in fisoterapia presso l’università americana dell’Indiana.
Il fatto è che sesiamo cresciuti calzando scarpe da ginnastica rinforzate, alcuni muscoli delle nostre caviglie e dei nostri piedi, in particolare quelli dell’arco plantare, possono essere poco sviluppati o poco allenati. Le calzature moderne sostengono e proteggono il piede a tal punto che alcuni muscoli possono fare a meno di lavorare e finiscono per indebolirsi. In questi casi, correre a piedi nudi può essere rischioso.
Daniel Lieberman, biologo evoluzionista dell’università di Harvard, è andato oltre e ha analizzato la corsa di persone abituate a correre scalze, comparandola con lo stile di corsa di tutti gli altri. Ebbene i corridori scalzi tendono ad appoggiare a terra prima l’avampiede, poi il resto del piede: in questo modo ammortizzano il contatto con il suolo ed evitano forti contraccolpi. I corridori abituati alle scarpe, invece, impattano il terreno direttamente con il tallone. Ne consegue che mentre i primi possono correre in tutta sicurezza lunghe distanze a piedi nudi, i secondi rischierebbero di sovraccaricare le articolazioni e di infortunarsi.
Siamo quindi condannati a usare per sempre le scarpe? Niente affatto: correre a piedi nudi si può, basta abituarsi con gradualità
Fonte: Tutto Green

domenica 2 giugno 2013

Maggio 2013

IL PARCO SURRIENTO  a maggio 2013
Fermo dal 27 gennaio 2012 ad oggi, da parte delle autorità giudiziarie, ecco come si presenta il Parco Surriento.
Assediato dal vandalismo e dalla noncuranza dell'ambiente, e poi dicono che amano l'ambiente e il verde.
Presto sarà dissequestrato dalla magistratura cosi dopo posso farlo riprendere e risorgere come la FENICE,  anzi in modo migliore e molto meglio di prima.






martedì 14 maggio 2013

L'indifferenza

In soli 40 anni, l'incuria, l'indifferenza e l'egoismo delle nostre civiltà moderne che hanno pensato solo al cambiamento del percorso dei fiumi e al prelievo delle acque per l'irrigazione in agricoltura portando portando alla morte il quarto lago più grande al mondo, il lago D'ARAL.

foto degli anni 60

foto oggi

Adesso resta solo il pianto dei pescatori ed un pezzo di geografia cancellata
RIFLETTIAMO SUL NOSTRO FUTURO!!!!

martedì 26 febbraio 2013

Natura e amore

Amiamo la natura
Forse sarebbe l'ora di pensare a stimare il valore della natura e della madre terra, perchè essa ci offre la vita. Se noi ci amiamo e amiamo il nostro prossimo dobbiamo obbligatoriamente amare prima la natura, ed in particolare avere cura della terra, di coltivarla con naturalezza e trattarla con amore.



Rendiamola sempre più fertile con la semplicità dell'inseminazione che la stessa natura ci regala

Perchè solo dalla terra possiamo possiamo avere la sicurezza nutrirci e di vivere assaporando tutte le genuine bellezze che noi desideriamo.




venerdì 18 gennaio 2013

Tesseramento anno 2013



Rinnovo Tessera Sociale:
La tessera sociale, come già tutti sanno, ha valenza per l’anno solare, dal 1°Gennaio al 31 Dicembre, per cui si chiede ai Gentili Soci di rinnovare la tessera sociale entro il mese di gennaio 2013, questo per poter programmare al meglio le attività dell’associazione per il nuovo anno.
Il rinnovo o la nuova adesione può essere effettuato presso la sede del Club, o pressi il sito internet nella sezione servizi:

http://circolohelios.blogspot.it/p/blog-page.html


Le iscrizioni sono per noi sono un'importante ed unica fonte di finanziamento che  ci permettano di affrontare le spese della sede e la gestione del Parco Surriento, per effettuare una donazione basta un klic QUI oppure sul pulsante DONAZIONI.

OVVIAMENTE E’ POSSIBILE CONTRIBUIRE CON CIFRE SUPERIORI ALL’ IMPORTO MINIMO DELLA TESSERA, CON UN CONTRIBUTO SUPERIORE AI 20 EURO, CHE SERVIRANNO PER LA RIVALUTAZIONE E LA RIQUALIFICAZIONE DEL PARCO SURRIENTO, QUESTI AVRANNO DIRITTO AD ESSERE SOCI SOSTENITORI.
(tessera tipo)

Grazie dell'attenzione

domenica 6 gennaio 2013

Buon lavoro a tutti

E con oggi tutte le feste sono finite, tutti sono rientrati perché da domani 7 gennaio 2013, si inizia veramente il lavoro. Pertanto auguro buon lavoro a tutti